• Le mie ricette
  • Voglia di dieta: consigli ed esperti
  • UTensILI IN CUCINA
  • Consigli utili
  • Cuoca a domicilio
  • Incontri golosi
  • Un buon bicchiere di vino
  • Visita la mia pagina Facebook
  • iscritta Federazione Italiana Cuochi
  • Expo 2015

<

Pangiallo

Valuta questo articolo
(0 Voti)

Questo è un dolce laziale tipico del periodo natalizio. Gli ingredienti sono di quelli più golosi e tutti insieme ci fanno trasgredire ogni regola, forse per questo sono irresistibili e forse è per questo che il Pangiallo si mangia solo a Natale ...

La ricetta tradizionale, che ho preso dal testo di Livio Jannotti "La cucina Romana e del Lazio", recita così:
...Si impastano prima la farina e il lievito con l'acqua tiepida o lo sciroppo, fino ad ottenere una pasta più morbada di quella del pane; quindi si aggiungono tutti gli altri ingredienti .... Ottenuta questa pagnotta si lascia riposare per tutta la notte in un luogo tiepido. Quindi fatta la pastella con un po' di acqua tiepida , un po' di fariina e poco olio con un pizzico di spezie e lo zucchero, la si versa non troppo colante , sul pangiallo, spalmandola bene.
Il tutto con questi ingrdienti:
200 gr di farina - 20 gr di lievito - sciroppo di zucchero non denso - 350 gr di scorzette di arancio candite - 200 gr di pinoli - 200 gr di mandorle - 10 gr di spezie - 4/5 cucchiai di olio - 1 kg e 1/8 di zibibbo

Io l'ho voluta fare un po' mia, rubando la ricetta della mia amica e suocera Fiorella e aggiungendo e togliendo o sostituendo alcuni ingredienti.
La sua realizzazione non richiede molto tempo anche per questo vi invito a provare...

Tempo di realizzazione: 20 minuti più 30 di cottura

Pan_Gialo_007Ingredienti per 8 panetti

100 gr di gherigli di noce
100 gr di mandorle sbucciate
100 gr di nocciole tostate
200 gr di uva passa
200 gr di prugne secche (o fichi secchi o albicocche secche)
1 cucchiaio di marmellata di arance
cannella in polvere
30 gr di quadrucci di scorza candita di arancia
2 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di olio e.v.o.
3 cucchiai di vino bianco
100 gr di farina 00 circa

 

 

 

 

In una ciotola riunite tutta la frutta secca (se volete potete tagliuzzare le prugne o fichi o albicocche), la cannella, lo zucchero, la scorza dell'arancia candita e la marmellata e mescolate con un cucchiaio di legno.
Aggiungete l'olio e il vino, mescolate ancora, quindi unite la farina e cercate di amalgamare quanto più possibile. La farina dovrà fare da collante, quindi se serve, aggiungetene ancora un po'.
Con le mani inumidite formate 8 panetti che naturalmente non saranno omogenei, e poggiateli su una teglia bassa ricoperta di carta da forno. Lasciate riposare per circa un'ora (la tradizione li lascia fermi tutta una notte!) quindi cuocete in forno caldo a 160° ventilato (180° statico) per 30 minuti.

Con questa ricetta mi trovi anche su www.allrecipes.it