• Le mie ricette
  • Voglia di dieta: consigli ed esperti
  • UTensILI IN CUCINA
  • Consigli utili
  • Cuoca a domicilio
  • Incontri golosi
  • Un buon bicchiere di vino
  • Visita la mia pagina Facebook
  • iscritta Federazione Italiana Cuochi
  • Expo 2015

<

Con le mele cotogne In evidenza

Valuta questo articolo
(0 Voti)

PREPARATI CON MELE COTOGNE

Certo la mela cotogna non può essere mangiata cruda. Si usa per cucinare o per preparare ottime marmellate e gelatine. Non sempre la troviamo nei negozi di ortofrutta o nei supermercati ma generalmente tra le nostre conoscenze c'è sempre qualcuno che conosce qualcuno che conosce qualcuno che conosce qualcuno ... che un albero di cotogne lo ha!

Gelatina di cotognemele cotogne
zucchero
limone

GELATINA
Lavate bene le mele (magari fregandole con uno spazzolino), sbucciatele, privatele del torsolo centrale e poi tagliatele a pezzi. Raccogliete parte dei semi in una garza da cucina, chiudetela con un nodo.
Mettetele in una capiente pentola le mele a pezzi ed il sacchetto di semi, coprite di acqua e portate ad ebollizione su fuoco medio.
Lasciate cuocere finché le mele saranno completamente spappolate.
Quindi eliminate il sacchetto di garza e sistemate la polpa in un colapasta rivestito da un telo bianco a trama larga (in modo che la parte liquida passi più facilmente) sistemato su una terrina piuttosto capiente (che raccolga il succo). Lasciate scolare a lungo magari schiacciando di tanto in tanto la polpa (ci vorranno anche 7/8 ore).
Quindi eliminate le bucce e pesate la parte liquida tenendo da parte la polpa.
In una pentola mettete il succo ricavato e tanto zucchero quanto il suo peso, (1 litri di succo - 1 kg di zucchero).
Mettete sul fuoco, aggiungete qualche goccia di limone e mescolate fino al bollore. Lasciate cuocere a fuoco moderato finché la gelatina non si addensa (prova goccia su piattino). Mettete nei vasi, fate freddare e poi copritela con un disco di carta oleata imbevuta di alcool e chiudete con il tappo ermeticamente.

CON LA POLPA
Frullate la polpa rimasta e pesatela e mettetela a scaldare sul fuoco.
In un tegame preparate un caramello con tanto zucchero quando il 50% del peso della polpa e 1 cucchiaino di acqua.
Appena comincerà ad brunirsi togliete dal fuoco e aggiungete la polpa calda (eviterà che il caramello si indurisca) mescolate e rimettete sul fuoco. Lasciate cuocere, mescolando di tanto in tanto, per almeno 30 minuti.
Quando sarà pronta bagnate un piatto largo e dai bordi alti.
Versate il composto e livellatelo.
Coprite e lasciate freddare. tagliate con un coltello bagnato dei rettangoli di cotognata e incartate ognuno con carta trasarente da alimenti ben stretta. Conservate in frigo se prevedete un consumo in breve tempo oppure nel congelatore.
Questa "cotognata" opaca e non trasparente come la gelatina, è ottima per fare dolci e crostate ma può essere consumata anche così.